home /  blog
  Chiriuchu: piatto tipico del Corpus Christi
27/05/2016

Ogni festività che si celebra a Cusco ha il suo piatto tipico da gustare. In questi giorni, si sta festeggiando il Corpus Christi, e come ogni anno assieme a questa celebrazione arriva nelle vie del centro anche il famoso “ Chiriuchu”. In lingua quechua Chiriuchu significa “piccante freddo”.

Il Chiriuchu è un piatto tradizionale che unisce varie specialità e prodotti provenienti da ogni parte del Perù: costa, montagna e selva. E' un piatto che nasce in epoca Inca, quando le popolazioni arrivavano dalle varie regioni dell'Impero Incaico per partecipare ai festeggiamenti per ricordare gli antichi governanti inca. Queste persone arrivavano da ogni angolo del Perù fino alla città imperiale di Cusco, portando pietanze che condividevano durante I rituali della festa.

Ancora oggi quindi, il Chiriuchu è una fusione di cibi: si trovano le alghe marine e le uova bollite della costa; il cuy (porcellino d'india), la gallina e la “chalona” (carne essicata) provenienti dalle zone andine e frittatine di farina di maiz, formaggio e “rocoto” (peperone piccante). Il Chiriuchu è un piatto freddo, che si inizia a preparare il giorno precedente della festa, ed esiste una maniera specifica per gustarlo, che ormai si tramanda da secoli: si gusta prendendo un pezzetto di ogni pietanza e mescolando così I sapori, in modo tale da assaporare assieme vari sapori che caraterizzano il famoso Chiriuchu di Cusco.

Perchè non sia un piatto insipido, si inizia mangiando le alghe marine, per mangiare un pezzetto di tutte le pietanze presenti nel piatto, finendo con un pezzetto di rocoto, per avere il sapore piccante che caratterizza questa specialità, che va mangiata con le mani. Il segreto del Chiriuchu quindi, sta nel sapere come si mangia, e come si mangiava in epoca Inca.